Maschi Liberi

Maschi Liberi dalla Violenza

Servizio di presa in carico di autori di comportamenti prevaricatori e violenti nelle relazioni di intimità.

Sensibilizzazione circa le dimensioni della maschilità contemporanea in tutte le sue declinazioni.

Promozione e divulgazione della cultura della nonviolenza e della parità di genere.

Da Lupo Cattivo a Lupo Creativo

Addomesticare il lupo

Come intrattenere una convivenza sufficientemente buona col proprio animale interiore.

– Che cosa vuol dire “addomesticare”?
– È una cosa da molto dimenticata. Vuol dire “creare legami”.
Antoine de Saint-Exupéry, Il Piccolo Principe

Stringere un legame pacifico col mio lupo, mi consente di portare avanti una convivenza serena con il mio animale interiore; mi permette di esprimere tutte le singolarità della mia essenza – le mie qualità soggettive e i miei talenti – in maniera autentica.

In tal modo mi sento libero di esprimere me stesso, accettandomi per ciò che realmente sono, e godendo di tutti i benefici che ne conseguono.

Si tratta, inoltre, di trasformare l’esercizio del potere e la pratica estenuante della seduzione continua, che si realizza nella competizione per ottenere le donne (come oggetto) e i figli (come proprietà), nella possibilità di condividerlo… il potere, gestendo e organizzando la propria vita senza dover sempre comandare, facendo emergere le qualità di tutti: all’interno di una coppia, di una famiglia, di un gruppo, di una comunità; eliminando la competizione e la divisione inflessibile dei compiti e dei ruoli.

Si tratta di deporre la pesante armatura della seduzione continua e la corazza della forza virile obbligata.

Il guerriero è colui che ha accesso alle proprie fragilità e vulnerabilità, è colui che percepisce quando è il momento della resa o della fuga, è colui che sa quando farsi da parte o fare un passo indietro.
Cerca, nell’uomo, il suo guerriero interiore, cerca di favorirne l’emersione.

A chi si rivolge?
Maschi; uomini o ragazzi; adulti o giovani adulti.

Come?

1. Istituire uno spazio di ascolto dove possano trovare accoglienza ed espressione le differenti voci del disagio maschile e col maschile;

2. Stimolare una riflessione mirata all’acquisizione di una maggiore consapevolezza riguardo ai ruoli sociali maschili e alle aspettative sociali richieste al genere maschile;

3. Tracciare percorsi di autodeterminazione rispetto agli stereotipi che condizionano le carriere di genere, nell’ottica di un’espressione sana della maschilità (in tutte le sue declinazioni) e nel superamento delle discriminazioni di genere;

4. Prevenire, individuare ed intervenire in merito a fenomeni di prevaricazione e violenza di genere all’interno delle relazioni di intimità;

5. Mettere in discussione e ripensare l’identità maschile partendo dalla propria visione soggettiva, e dalle proprie inclinazioni e aspirazioni personali, esplorando temi quali: patriarcato; genitorialità e paternità; prevaricazione e violenza di genere; corpo maschile; sessualità; orientamenti sessuali, ruoli sociali; (cyber)bullismo; pornografia; eccetera.

6. Creare un luogo di accoglienza e supporto morale e spirituale, attraverso un approccio olistico-relazionale e socio-culturale, attento alla soggettività, alla dignità e all’unicità della persona.

Dr Stefano Decandia / Assistente Sociale / Consultorio Maschile @ CoMa onlus

Consultorio Maschile @ CoMa onlus
Sede legale Via Pablo Neruda, 4 – Nuoro
Sede operativa Via Trento, 39 – Nuoro
370 110 3121 (anche WhatsApp)
consultoriomaschile@gmail.com
https://comaonlus.org
facebook @comaonlus

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: