Guarire con la Poesia

La potenza della bellezza che cambia il senso delle Cose

Per contrastare la bruttura c’è bisogno di bellezza. Cos’è la bellezza? La bellezza è la poesia. Cos’è la poesia? La poesia è… Neruda, Caproni, Merini, Pasolini, Szymborska… Sì, questa è poesia, questa è la poesia in letteratura, che è poesia a tutti gli effetti. Prima che letteratura è poesia nella vite dei poeti, poesia che però, noi, non viviamo.

Cos’è la poesia che interessa noi? La poesia che interessa noi è questa:

Esco di casa, esco a piedi, sto camminando verso il Centro, seguo il marciapiede: cemento, intonaco; non sono in mezzo alla natura, non mi sento in mezzo al mondo: questa non è poesia.

Un giovane fiore sboccia ribelle, in una crepa del cemento, tra una mattonella pesante e l’altra: questa è poesia.

Questa è poesia già di per sé: il fiore ribelle alza la testa e lo sguardo al cielo e urla: “Io esisto. Io esisto e sono Questo. Io sono questo a prescindere da ciò che ho intorno. Sono un fiore seppur questo non sia un prato. Sono un fiore seppur questo non sia un campo di fiori. Sono un fiore fra due mattonelle”: questa è poesia.

A che serve questa poesia? Vediamo un po’… mi accorgo della presenza del fiore ribelle? Mi accorgo di tale poesia? La vedo? Ho i sensi acuiti, allenati, per vederla?

Se non la vedo: niente di fatto;

Se ci metto il piede sopra perché non ci faccio caso: niente di fatto;

Se ci metto il piede sopra per distruggerla: ho una altro problema;

Se la vedo è già qualcosa: sono ricettivo, ma non basta;

Se la vedo e me la porto dentro per tutta la giornata: ho bevuto l’antidoto;

Se la vedo e mi fermo a contemplarla: sto rallentando, mi sto fermando; sono nel mondo, sono in un campo di fiori;

Se la vedo e sgorgano le lacrime: mi sono emozionato, mi sono emozionato e mi sono sentito nel mondo, ho sentito di farne parte, mi sono sentito Vivo; allora ho iniettato l’antidoto, l’ho assimilato, sono pronto ad esser Vivo.

E mo’ che faccio? Continuerò ad esser Vivo o, esaurita l’emozione, l’effetto dell’antidoto, tornerò alla mia vita, livida ma stabile? Oppure deciderò di vivere, di sentirmi Vivo, di vivere l’Amore, per me, per gli altri, per le cose, e per il mondo: questo è guarire con la poesia.

Dr Stefano Decandia / Assistente Sociale / Consultorio Maschile @ CoMa onlus

Leggi qui le mie poesie

WP_20141019_073.jpg

Consultorio Maschile @ CoMa onlus
Via Trento, 39 – Nuoro
370 110 3121 (anche WhatsApp)
consultoriomaschile@gmail.com
facebook @ comaonlus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: